Albo CONI 2.0

asigreat1

Novità in vista a partire dal 1/1/2018  per il Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche: le annuncia una circolare del Presidente Malagò –  in arrivo in questi giorni a tutte le ASD/SSD affiliate –  che rende nota  la delibera del Consiglio Nazionale n.1574 del 18/7/2017 con la quale è stato adottato il nuovo regolamento per il funzionamento del Registro.

Le novità introdotte – afferma Malagò – consentiranno di ottenere un Database dello sport nazionale completo e, alle singole associazioni/società sportive di poter dimostrare in sede di controlli da parte dei soggetti istituzionali (Agenzia delle Entrate, SIAE, INPS) la loro reale natura sportivo-dilettantistica.

Ma quali saranno i dati aggiuntivi da fornire al Registro 2.0?

Innanzitutto i codici fiscali e le qualifica di ogni tesserato : sono dati che già si raccolgono in sede di affiliazione e di tesseramento e che verranno forniti da ASI al nuovo registro. Verranno inoltre raccolti dati su eventi sportivi, didattici e formativi.

Il nuovo registro prevede inoltre alcune funzionalità opzionali e quindi non obbligatorie quali l’inserimento del rendiconto economico-finanziario/bilancio o delle singole fasi di  gara.

E i passi da seguire?

All’iscrizione al registro provvederanno  direttamente gli enti come ASI una volta conclusa la fase di affiliazione e tesseramento ( utilizzando i dati raccolti e da raccogliere per l’affiliazione e per il tesseramento).

Si richiede invece alle ASD/SSD già iscritte di accreditarsi alla nuova piattaforma per recuperare i dati esistenti, stampare il certificato e utilizzare le eventuali funzioni opzionali: sarà sufficiente collegarsi all’indirizzo https://rssd.coni.it/  e seguendo le istruzioni, chiedere una nuova utenza (username e password) ed effettuare il nuovo login.

manuale utenza CONI (clicca qui per istruzioni facilitate)

Dunque, tenersi pronti!

E seguire queste due  raccomandazioni.

la prima:  essere precisi  e ordinati nella raccolta e nella trascrizione/inserimento  dei dati (soprattutto dei codici fiscali, dove basta poco per sbagliare!)

la seconda:  essere attenti alle richieste che vi manderemo e puntuali nelle risposte.

Nuovo elenco discipline CONI. Devo modificare lo statuto?

discipline-sportive

NUOVO ELENCO DISCIPLINE AMMESSE A REGISTRO CONI: con propria Delibera n.1566 del 20.12.2016 e successive integrazioni e modificazioni  il CONI ha individuato le discipline sportive la cui pratica consente alle Associazioni e alle Società sportive l’iscrizione al Registro delle associazioni e società sportive dilettantistiche detenuto dallo stesso CONI e da cui deriva il “riconoscimento ai fini sportivi”.

Ciò, per quanto si evince nelle premesse della Delibera, “al fine di adottare ogni misura tesa alla corretta individuazione dei soggetti che, riconosciuti ai fini sportivi, usufruiscono di trattamenti fiscali e previdenziali agevolati e per eliminare fenomeni di elusione, purtroppo, emersi in fase di verifiche successive”.

Il fine della Delibera CONI, dunque, è stato quello di fare ordine (bonificare) per distinguere i “veri” sport dai “finti” sport, e per revocare il riconoscimento ai fini sportivi ad associazioni e società praticanti attività ritenute non più “sportive”.

Ne è risultato quindi un elenco che non ha tenuto conto di altre attività, anche importanti, quali lo yoga (che parrebbe ora, da dichiarazioni del Presidente CONI, venire reinserito) il crossfit, il pilates, il krav maga, le MMA, rei di non aver trovato spazio negli elenchi dei predetti organismi presi dal CONI quali riferimento.

 

La conseguenza della mancata inclusione di tali attività tra le discipline “riconosciute” dal CONI è che le associazioni e società praticanti le predette attività “escluse” non potranno più definirsi associazioni o società “sportive“, non potranno più iscriversi al Registro nazionale del CONI delle società e associazioni sportive con conseguente perdita di tutte le agevolazioni fiscali e previdenziali riservate ai soggetti iscritti al Registro, in particolare per quanto attiene alla disciplina dei rapporti di collaborazione sportiva dilettantistica e amministrativo-gestionale. Infatti l’esclusione da ogni forma di imposizione fiscale e contributiva fino al limite di euro 7.500 interessa solo le collaborazioni per l’esercizio diretto dello sport e le collaborazioni coordinate e continuative non professionali per attività di carattere amministrativo gestionale rese nei confronti di associazioni o società risultanti iscritte al Registro CONI (ai sensi dell’art. 67 del TUIR Testo Unico Imposte sui Redditi DPR 917/1986).

ATTENZIONE! Questo, fino a prova contraria, non significa che le ASD non possano svolgere queste attività, godendo anche di agevolazioni fiscali quali la de-commercializzazione delle quote associative. Ma implica che non potranno qualificarsi come ASD se svolgono “solo” attività non ricomprese; e che non potranno godere di alcune agevolazioni riservate agli iscritti nel Registro CONI, quali la possibilità di pagare gli istruttori con compensi ex. art . 90.

Situazione diversa riguarda invece le SRL SD. Queste infatti avranno, da quel che si evince, 3 alternative.

1-trasformarsi in ente associativo (es. in ASD). 2-uscire dall’ambito del non profit e commercializzarsi. 3-rinunciare allo svolgimento della attività non ammessa (se non è l’attività unica ed esclusiva).

Quindi facendo un esempio concreto: l’associazione sportiva (ASD) che svolge in via esclusiva attività di Krav Maga, potrà continuare a svolgere tale disciplina in ambito ASI, prevedendo il pagamento di quote di iscrizione istituzionali. Ma non potrà essere iscritta a Registro CONI, né potrà corrispondere agli istruttori i compensi forfettari per l’insegnamento di quelle attività.  Mentre la SSD che svolge in via esclusiva attività di Pilates dovrà rinunciare allo svolgimento di tale attività o trasformarsi in ente associativo (Associazione, Associazione Sportiva Dilettantistica ASD)

Comunque, nel caso in cui un’associazione sportiva dilettantistica (ASD) accertasse l’assenza della propria disciplina dall’elenco di quelle ammissibili potrebbe essere ugualmente essere iscritta, verificando se l’attività svolta sia compatibile con le discipline riconosciute, in base ad un  principio di affinità.

Prendiamo ad es. il FITNESS, che è previsto quale:

021 Fitness in acqua con le pinne

111 Attività sportiva ginnastica finalizzata alla salute ed al fitness

217 Cultura Fisica, attività con sovraccarichi e resistenze finalizzate al fitness e al benessere fisico

Si può ipotizzare di svolgere il Fitness nel metodo Crossfit o il Pilates, a condizione di non pubblicizzare tali attività in quanto tali o corrispondere compensi agli istruttori per le stesse? Probabilmente si.

NOTA BENE. Sarà probabilmente necessario modificare il proprio statuto, definendo con precisione l’attività svolta in riferimento alla classificazione del Registro CONI. In vista di un’ispezione fiscale verrebbe così evitata ogni contestazione, ad esempio, verso l’uso del regime dei 7.500€.

Quindi considerato che dal 1 gennaio 2018 il CONI non ammetterà a Registro attività non in elenco, prima dell’anno nuovo sarà utile verificare, come sopra esposto, la conformità dello statuto, per capire se necessitino variazioni al fine di adeguarlo alle novità previste. In ogni caso, per poter godere di determinate agevolazioni fiscali connesse all’iscrizione a Registro, ci si dovrà “rassegnare” ad essere ricompresi in una delle categorie ammesse dal CONI.

Il nostro ufficio è a disposizione per una “verifica gratuita” degli statuti. Qualora necessitasse una rivisitazione degli stessi, potremo procedere con l’assistenza di professionisti (avvocati) alla revisione statutaria che dovrà prevedere una delibera assembleare ad hoc. Il contributo previsto per tale servizio è di 150 euro per la redazione nuovo statuto e l’assistenza alla verbalizzazione dei contenuti assembleari ed istruzioni per la registrazione.

Modulo richiesta verifica gratuita

 

Oggetto. Richiesta verifica statuto.

 

ASD ……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

SEDE ATTUALE………………………………………………………………………………………………..……………………………………………

ATTIVITA’ SPORTIVE prevalenti  svolte …………………………………………………………………….…………………………………….

ATTIVITA’ Secondarie……………………………………………………………………………………………………………………………………..

Recapiti telefonici .…………………………………………………………………………………………………………………………………………

E mail …………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

 

  • Allegare Statuto

 

Trasmettere dati modulo richiesta e statuto scannerizzato via mail a: presidente.consulta@asinazionale.it

Servizio consulenza fiscale e legale

MOD-Richiesta-Consulenza Fiscale

 

Consulenza Contabile Fiscale Legale per ASD

Servizio ASI, in collaborazione con professionisti qualificati

(avvocati e commercialisti specializzati nel settore – intermediari abilitati alla trasmissione Entratel)

Quanto costa? Vedi il  MOD-Richiesta-Consulenza Fiscale

*  Il contributo indicato per l’assistenza annuale comprende anche la consulenza via mail ed è rimodulabile in base alla complessità e al numero degli iscritti e delle operazioni di ogni singola associazione aderente alla presente convenzione.

** Il contributo per gli adempimenti dichiarativi è determinato in base alla complessità e al numero delle dichiarazioni.

Tutti i servizi descritti vengono svolti (anche a distanza) avvalendosi della collaborazione di professionisti qualificati, avvocati e commercialisti.

Qualora foste interessati, il servizio sarà gestito, indipendentemente dalla vostra provincia/regione di residenza ***(vedi nota),  a Padova, Piazzale Stazione 7 – 35131 tel. 049.8766994 da ASI VENETO.

(nota). *** La Consulenza Contabile Fiscale Legale è destinata a TUTTI gli affiliati ASI (tramite Comitati e Settori). Scopo dell’iniziativa è fornire un utile ed essenziale servizio alle associazioni che ne siano sprovviste. NON sarà disponibile per realtà nelle quali i Comitati Provinciali o Regionali o i Settori abbiano impegnato tempo, spazi e risorse umane al fine di garantire analogo servizio a favore dei propri affiliati.

 n.b.: per realtà diverse dalle ASD (SRL SD, APS, Circoli) potrete chiedere informazioni indirizzando una mail a: asiconsulenza@gmail.com  .

La presente MOD-Richiesta-Consulenza Fiscale , domanda INFORMATIVA non VINCOLANTE di adesione, va inviata aasiconsulenza@gmail.com  .

Albo Nazionale diventa “social”

punto5

Albo Nazionale diventa “social”

Albo Nazionale dal 15 marzo prende vita e, da ‘freddo’ elenco contenente nomi e qualifiche di operatori e di tecnici che hanno seguito un percorso di formazione ASI, si trasforma in uno spazio dinamico e multimediale, con un preciso scopo.

Albo Nazionale diventa infatti il social delle professioni sportive: la vetrina che gli operatori e i tecnici ASI avranno a disposizione per promuoversi, mettendo a servizio del mondo dello sport le proprie capacità e le proprie conoscenze.

               I vantaggi

Con Albo Nazionale gli operatori e i tecnici ASI potranno rendersi visibili all’interno di una community di appassionati sportivi, conquistare autorevolezza rispetto alla/e disciplina/e praticate, moltiplicare contatti e opportunità. Saranno così i protagonisti dello sport amatoriale che ASI rappresenta.

Essendo l’unico Ente di Promozione Sportiva a valorizzare una simile opportunità, i tecnici avranno a disposizione uno strumento molto efficace per ottimizzare la promozione delle  iniziative formative e per dimostrarne, in ogni contesto, il valore aggiunto!

              Come funziona

Ciascun operatore e tecnico ASI, regolarmente iscritto all’Albo, potrà andare sul sito ASI, nella sezione Albo –www.asinazionale.it/albo – e registrarsi , inserendo: nome, cognome, mail, (discipline preferite) e numero tessera di iscrizione all’Albo (ovvero quello riportato sul retro del tesserino tecnico plastificato e completo di fototessera).

Creerà così un suo profilo con cui potrà: inserire tutte le sue esperienze; pubblicare foto e video che documentino le proprie competenze e il proprio curriculum (i contenuti multimediali dovranno quindi avere natura ‘tecnica’); aprire discussioni relative alla /e disciplina/e praticata/e ed a quelle preferite e porre domande (e rispondere a quelle che gli verranno rivolte).

Un’opportunità unica grazie alla quale ASI, insieme a Voi, potrà differenziarsi rispetto agli altri Enti, rivendicando un modo di interpretare il suo ruolo all’insegna della qualità e della contemporaneità.

Chi lavora nello sport amatoriale, infatti, ha una competenza che oggi deve essere documentata a affinché diventi spendibile non solo nel mondo associativo ma anche eventualmente in ambito professionale. Noi abbiamo creato l’infrastruttura per farlo.

Siamo certi che sarete Voi i più entusiasti promoter di questa nostra iniziativa. Dal suo successo discende la nostra possibilità di crescita, umana e sportiva.

post

Premio ASI Italiani nel mondo: premiato KickBoxer Galbiati

Andrea GALBIATI (USA)

Andrea Galbiati official picture

Prima edizione del Premio ASI Italiani nel mondo, domenica 20 nell’ambito del Consiglio Nazionale a Napoli.

Su segnalazione del responsabile del premio, il giornalista e consigliere Nazionale ASI Gianmaria Italia, alla presenza dei dirigenti Nazionali ASI e Console Onorario del Granducato di Lussemburgo, è stato stati premiato dal Responsabile Nazionale del settore Kickboxing nonché Presidente della Consulta Nazionale Comitati avv. Andrea Albertin il il pluricampione di kick boxing Andrea Galbiati, soprannominato “The Wood”, che da 10 anni fa il trainer di pugili professionisti negli USA

– sua moglie, già campionessa di pattinaggio su ghiaccio ELISA ANGELI, oggi pattinatrice artistica acrobata ad alti livelli che vive negli USA dove è molto nota, è definita La stella dell’Ice Theatre di New York  (Google potrà fornirvi lusinghiere testimonianze e filmati YouTube), è stata omaggiata dal Presidente Nazionale On. Claudio Barbaro.

Originario di Monza, dove è nato il 30 aprile 1970, Andrea Alessandro GALBIATI a cui, nel mondo sportivo, è stato assegnato il soprannome “The Wood”, perchè duro come il legno grazie alle numerose vittorie conseguite per ko.
Dopo avere conquistato 4 titoli italiani, un europeo e 2 mondiali nella kick boxing, si è trasferito negli USA dove tuttora vive allenando nella prestigiosa palestra Gleason’s Gym Nyc, ma è tale la sua fama che è sovente in giro per il mondo a tenere stage.

E’ davvero lunga la serie di riconoscimenti professionali che ha raccolto: Diploma di maestro di boxe rilasciato da USA boxing, Diploma di licenza Corner match professionisti rilasciato da New York Athletic

Commission:…State of Nevada….State of North California…..State of New Jersey…..State of Tennessee…. State of Alabama…..State of Pennsilvanya – Philadelphia. Diploma di personal trainer boxe rilasciato dalla Gleason’s Gym di New York. E’ stato l’unico italiano a vincere con una sua allieva nel 2015 i Golden Gloves boxe NY dopo 87 edizioni Vittoria nella specialità MMA (mixed martial art) nel 2014 con 2 atleti nell’arena più famosa al mondo, il Madison Square Garden di NY.

Unico italiano ad avere nel 2015/2016 un atleta che combatte nella UFC (la piu importante organizzazione a livello globale di arti marziali miste MMA).CIMG1573

Nel 2015 gli sono stati conferiti due importanti riconoscimenti personali: Premio dell’Ambasciata italiana a New York e Insegna d’oro dell’USSMB; quest’anno il Premio ASI Italiani nel mondo che ha accolto con un “grazie, grazie per esservi ricordati di noi”, che si commenta da sè.

Nella foto la premiazione
da sinistra Elisa Angeli, Andrea Albertin, Andrea Galbiati, Claudio Barbaro.

 

 

Rinnovo tesserini tecnici in scadenza

TESSERINI TECNICI SCADENZATESSERA-TECNICA-ASI-2015-1

Avvisiamo tutti i tecnici qualificati iscritti all’albo Nazionale ASI, che il rinnovo può essere confermato entro e non oltre il 31 gennaio 2016.

Per il rinnovo seguire la procedura qui evidenziata:

RINNOVO ANNUALE = euro 8,00 (euro 5+3 per spese segreteria) per ciascuna disciplina/qualifica per la quale il tecnico richiedente risulti già iscritto all’Albo nell’anno precedente: Si riceve il nuovo   Tesserino tecnico 2016 e viene confermata l’Iscrizione all’Albo Nazionale Tecnici ASI.

Per le richieste va utilizzato esclusivamente l’  allegato _A_ rinnovo Albo 2016  (foglio excel da compilare) all’uopo predisposto dagli Uffici Centrali dell’Ente, corredato dai dati anagrafici dei partecipanti/richiedenti (nome, cognome, data di nascita ed indirizzo di residenza), il numero della tessera assicurativa Asi rilasciata dall’Organismo Affiliato,

da quest’ anno la fototessera in formato digitale (peso max 1 mb) in FILE separato;

ATTENZIONE: in caso di errore nella compilazione la richiesta di duplicato di 10 euro per il Tesserino. Anche la richiesta “in mora”, avrà un costo supplettivo. Pertanto scrivete con attenzione. I modelli excel incompleti non potranno essere accolti. E ricordatevi di richiedere tutto entro la data prevista.

Inviare (in un unico invio, NON prima excel e poi bonifico o viceversa)

  1. allegato _A_ rinnovo Albo 2016 
  2. attestazione bonifico (nota *2)
  3. fototessera in formato digitale (peso max 1 mb) in FILE separato.
  4. fotocopia del tesserino scaduto.

al seguente indirizzo: segreteria@asiveneto.it

(nota*2) copia della ricevuta attestante il versamento: Iban ASIVENETO: IT47U 01030 12105 000002029175 e per chi ne è già in possesso (rinnovi), copia del Tesserino Tecnico valido per l’anno in corso ed all’ iscrizione all’Albo Nazionale degli Operatori ASI.

n.b. per chi ha sostenuto il corso formazione Nazionale a Montegrotto, essendosi lo stesso tenuto in ottobre, ASI Nazionale ha accordato una riduzione del costo del rinnovo che in questo caso sarà di soli 5 euro.

Defibrillatori

Si comunica che il Ministero della Salute di concerto con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, in deroga a quanto stabilito dall’Art.5 della Legge n. 189 dell’8/11/2012, ha disposto con decreto lo spostamento per uteriori 6 mesi, del tempo necessario “per dotarsi e l’impiego da parte di Associazioni e Società sportive di defibrillatori e di eventuali altri dispositivi salvavita“.

 

Pertanto, la scadenza ufficiale per essere in regola con la legge è prorogata al 20 luglio 2016.